OPERAZIONE 7.5.01 - Interventi straordinari a sostegno dei servizi turistici locali a seguito dell'emergenza Covid-19 

INFO E CONTATTI

Obiettivo dell'intervento

Nell’ambito di una politica di sviluppo rurale basata sulla sostenibilità e sulla conservazione della vitalità delle comunità rurali, il turismo, anche nell’attuale periodo di emergenza sanitaria, è divenuto un importante motore di sviluppo locale, soprattutto se integrato in modo coerente a settori quali l’agricoltura, l’artigianato e i servizi.

 

L’Operazione sostiene nello specifico gli investimenti per la realizzazione e l’ammodernamento di infrastrutture informative e ricreative di piccola scala e la creazione o valorizzazione di elementi e percorsi di attrattività, con prevalenza per tematiche di stampo naturalistico, agricolo e rurale, oltre che di servizi turistici per migliorare la qualità delle offerte e gestire al meglio i flussi turistici in termini di ricettività e di accoglienza.

Spese ammissibili

Sono ammissibili investimenti a finalità pubblica volti a promuovere le attività turistiche nelle aree rurali.

 

Le tipologie d’intervento ammissibili sono quelle indicate nelle seguenti tipologie:

 

1) infrastrutture su piccola scala: punti d’informazione, segnaletica;

2) infrastrutture ricreative con servizi di piccola recettività;

3) sviluppo e commercializzazione di servizi turistici.

Beneficiari

Possono presentare domanda di finanziamento i seguenti soggetti:

a) gli Enti pubblici e i soggetti di diritto pubblico (ai sensi del D. lgs 25/2/2000 n. 65);

b) le Fondazioni e associazioni non a scopo di lucro (ai sensi del D.Lgs 460/97, le cooperative sociali figurano quali organizzazioni non lucrative di utilità sociale (onlus) e possono pertanto essere considerate tra i beneficiari della Op 7.5 a condizione che abbiano tra le finalità statutarie l'organizzazione e lo sviluppo di attività inerenti agli obiettivi della presente operazione);

c) Associazioni agrituristiche operanti sul territorio regionale;

d) Organismi responsabili delle strade dei vini e dei sapori in Lombardia e loro associazioni.​

Importi e aliquote di sostegno

La dotazione finanziaria complessiva dell’Operazione, per l’applicazione delle presenti disposizioni attuative, è pari ad euro 200.155,89 di contributo pubblico che potrà essere incrementata dal GAL a fronte di eventuali economie di spesa ottenute su altre operazioni del PSL o a fronte di nuove risorse finanziarie assegnate al GAL stesso.

Il contributo concesso è pari al 90% della spesa ammessa a finanziamento a prescindere dalla natura del richiedente e per tutte le tipologie di costi ammissibili.

Per ogni beneficiario, il massimale di spesa ammissibile a contributo in applicazione della presente Operazione è pari a Euro 200.000,00 (esclusa IVA e spese generali).

La spesa minima ammissibile per domanda di contributo è pari ad euro 20.000,00.

La spesa ammissibile non comprende l’IVA.

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Apertura Bando: 9 novembre 2020

Scadenza: 9 febbraio 2020 ore 12.00

CONTATTI

Direttore: Dott. Nicola Gallinaro

Animatore: Dott.ssa Giulia Lazzarini

0365-651085